Piazza Mattei

Piazza Mattei

26 Maggio 2020 Off Di bellaroma.info

La piazza porta il nome di una famiglia molto ricca e potente vissuta a Roma di cui uno dei propri palazzi, civico 17-19, affaccia proprio sulla piazza. Il palazzo presenta una finestra murata a cui è legata una curiosa leggenda, secondo la quale un membro della famiglia Mattei, a causa di un’ingente perdita di denaro dovuta al gioco, vide sciogliere il fidanzamento dal suocero. Il Mattei decise di organizzare una festa nel proprio palazzo, invitò il suocero, e all’alba lo portò alla finestra, mostrandoli la fontana e alludendo che fosse stata costruita in una sola notte, durante la festa, per mettere in evidenza il proprio potere, ottenendo di nuovo la mano della fidanzata.

La fontana in realtà è stata costruita tra il 1581 e il 1584 da Giacomo della Porta e Taddeo Landini. E’ costituita da quattro conchiglie, ai lati di una specie di coppa, su cui poggiano quattro efebi in bronzo su delfini, che lanciano nel bacino della coppa delle tartarughe. Queste ultime, che danno il nome alla fontana, sono state aggiunte solo in un secondo momento, durante il pontificato di papa Alessandro VII Chigi, quando avvennero dei lavori, che portarono gli efebi a non toccare più con le mani il bordo del bacile, quindi per coprire lo spazio, tra la mano e il bacile, furono aggiunte le tartarughe, forse realizzate da Gian Lorenzo Bernini.

Sulla piazza affaccia anche palazzo Costaguti, il cui nome deriva da una famiglia di banchieri di Rapallo trasferitasi a Roma nel XVI secolo.


« | »


Prenota la tua visita guidata della città di Roma con una guida turistica abilitata!