Nun te accollà, sei un accollo

Nun te accollà, sei un accollo

19 Gennaio 2021 Off Di bellaroma.info

 

Ma cosa vuol dire “essere un accollo”? … Quando a Roma una persona viene definita così vuol dire che é pedante e assillante del suo modo di fare, una persona “che s’accolla” ha la particolarità di attaccarsi a qualcuno ed essere sempre presente fisicamente e in ogni discussione.


Dal vocabolario Trecani

accollare v. tr. [der. di collo 1] (io accòllo, ecc.). – 1. letter. Mettere al collo: Dafni … già s’accollava la caccia per andarsene (Caro). 2. fig. a. Addossare un peso, un incarico, un obbligo e sim.: m’hanno accollato un lavoro faticosissimovogliono aa me tutta la spesa. Quindi, accollarsi, assumersi un incarico, un obbligo: accollarsi un debitouna responsabilitàs’è accollata lei il mantenimento dei due nipotiaccollarsi un’obbligazione, stipularne l’accollo. b. In araldica, unire, giustapporre, riferito soprattutto a scudi, o cingere, circondare, passare intorno al collo, riferito ad altre figure araldiche (v. accollato). c. ant. Dare in accollo, e cioè in appalto, un lavoro. 3. a. tosc. Ai buoi, avvezzarli al giogo. b. Di veicolo a due ruote, porre la maggior parte del carico sulla parte anteriore: bada di non atroppo il barroccio! Come intr., il carro accolla, è troppo carico nella parte anteriore. 4. In marina: a. Ale vele, orientarle in modo che prendano il vento sulla loro faccia prodiera e tendano così a frenare la corsa della nave. b. Aun cavo, raccoglierlo a colli, cioè a circoli concentrici. 5. Con uso intr., aderire al collo: vestito che accollascarpa che accolla, lo stesso, ma meno com., di vestito accollatoscarpa accollata. ◆ Part. pres. accollante, anche come agg. e s. m. (v. la voce). ◆ Part. pass. accollato, anche come agg. e s. m. (v. la voce).

Dall’enciclopedia Trecani on line: https://www.treccani.it/


« | »


Prenota la tua visita guidata della città di Roma con una guida turistica abilitata!